PUC: PRESENTATO IL PRELIMINARE DI PIANO, “E’ UN GIORNO IMPORTANTE”

PUC: PRESENTATO IL PRELIMINARE DI PIANO, “E’ UN GIORNO IMPORTANTE”

sica3“E’ un giorno davvero importante per la nostra Città”. Ha esordito così il Primo Cittadino Ernesto Sica questa mattina alla conferenza stampa sul Preliminare di Piano del nuovo Puc approvato dalla Giunta Municipale, in data 28 aprile, insieme al Rapporto preliminare ambientale con la valutazione dei contributi pervenuti e degli esiti del tavolo di consultazione dei Soggetti competenti in materia ambientale (Sca).

Nella splendida location della Biblioteca Civica “Alfonso Gatto”, presso il Museo Archeologico Nazionale di Pontecagnano, ad illustrare l’importante provvedimento, con il Sindaco, c’erano l’Assessore all’Urbanistica Francesco Pastore, il Vice Sindaco Domenico Mutariello, l’architetto Giovanni Landi, responsabile del Settore Urbanistica e Pianificazione dell’Ente, e il professore Roberto Gerundo, coordinatore scientifico e struttura di service per la redazione del Puc.

In sala, insieme ad Assessori e Consiglieri Comunali, la Direttrice del Museo Gina Tomay, diversi tecnici che operano sul territorio, il parroco della Chiesa SS Corpo di Cristo Padre Piero Cianfoni, rappresentanze della Scuola e delle Associazioni cittadine.

Dopo il saluto iniziale ai presenti, il Sindaco Sica ha ribadito “l’importanza del lavoro svolto, il rispetto dei tempi e l’impegno a definire la fase finale di una pianificazione urbanistica che rappresenta un elemento fondamentale e vitale per l’intero territorio”.

“Attraverso un processo fortemente partecipativo – ha detto ancora il Primo Cittadino – abbiamo raggiunto un grande risultato per la nostra Città e posso assicurare che le prossime tappe saranno ancora una volta all’insegna di partecipazione, ascolto, trasparenza e massima chiarezza. Su questo io e l’intera Amministrazione ci mettiamo la faccia. Massima apertura come sempre al confronto ma voglio chiarire di nuovo un aspetto: il Puc non è e non sarà mai il risultato di una compensazione politica e ideologica, che respingiamo con determinazione e fermezza, ma rappresenta uno strumento di cambiamento radicale del nostro territorio. Il professore Gerundo – ha aggiunto il Sindaco – con la sua esperienza lo può confermare: qui ha trovato un ambiente lineare e sereno dove poter operare in assoluta tranquillità e senza pressioni. Qui ha constatato la volontà di vincere le sfide della competizione. Il nostro non è un sogno ma una realtà che giorno dopo giorno si realizza garantendo una prospettiva di sviluppo concreta. Ed è per questo che mi preme ringraziare sinceramente Assessori, Consiglieri e tutti i tecnici per il lavoro immenso svolto e per l’attività che ci attende. Abbiamo la responsabilità di consegnare il Puc alla Città di Pontecagnano Faiano e vi assicuro che ci riusciremo con il sostegno di tutte le professionalità e dell’intero territorio”.

Ribaditi, dunque, alcuni punti fermi della nuova pianificazione. Il Primo Cittadino si è soffermato sulla fascia costiera. “Il recupero e la valorizzazione – ha detto – passano attraverso un cambiamento radicale soprattutto a livello infrastrutturale. Via la strada provinciale, spazio ad un nuovo sistema viario, turistico e di servizi e alla riqualificazione delle aree con l’intervento di tutte le autorità competenti. I nostri chilometri di costa si inseriscono in una concertazione più ampia tra i Comuni interessati e, in tal senso, Salerno deve garantire il suo ruolo guida di capoluogo. E sulla nostra Litoranea nascerà un grande polo di attrazione”.

Il Sindaco, allo stesso tempo, ha posto l’attenzione sulla valorizzazione del patrimonio storico-archeologico, come auspicato anche dalla Direttrice Tomay nel suo intervento, sulla riqualificazione e connessione tra Museo, Parco Eco Archeologico e centro cittadino, sulle nuove opere pubbliche, sulla nuova Chiesa di Sant’Antonio, sull’impegno per le aree di Picciola, Pagliarone e Casa Parrilli e tutte le zone centrali e periferiche, sulla realizzazione dei sottopassi, sullo sviluppo delle aree a sostegno dell’aeroporto e del prolungamento della metropolitana e sul recupero dei contenitori industriali dismessi. A tal proposito, soffermandosi sul giusto equilibrio tra gli interessi pubblici e privati, ha annunciato “l’inizio dei lavori per la realizzazione di una piscina e di un teatro a Pontecagnano e l’avvio di una progettualità per una struttura sportiva a Faiano”.  

Il Vice Sindaco Mutariello ha, quindi, ribadito soddisfazione per aver accompagnato, con la precedente delega all’Urbanistica, la fase iniziale della nuova pianificazione parlando di “risultato importante per il nostro territorio reso possibile dall’operato del Sindaco e dell’intera Amministrazione, da una sinergia proficua e dal lavoro immenso dell’architetto Landi, del professore Gerundo e degli uffici comunali volto a favorire partecipazione e risposte certe”.

Di sfida di copianificazione ha parlato anche l’Assessore all’Urbanistica Francesco Pastore per il quale “seguendo le indicazioni del Sindaco Sica stiamo lavorando costantemente per garantire un futuro e una prospettiva concreta al territorio e, in tal senso, chiudere il nostro mandato con l’adozione del nuovo Puc è un risultato di importanza storica per questa Città anche in virtù dell’ampio coinvolgimento che l’Amministrazione ha promosso in ogni istante”.

Oltre 120 sono i contributi pervenuti all’Ente, come ha chiarito l’architetto Giovanni Landi. “L’iter – ha confermato –  è stato e sarà ancora a base fortemente partecipativa a testimonianza dalla piena volontà di garantire la più ampia partecipazione sulla nuova pianificazione”.

L’architetto Landi, rispondendo ai quesiti dei presenti, ha, inoltre, evidenziato la pianificazione rivolta alla riqualificazione industriale a alle attività di trasporto e di import-export a supporto sia delle nostre eccellenze dell’agricoltura sia dello sviluppo aeroportuale “con un sistema viario e infrastrutturale che ripropone la centralità dello scalo per Pontecagnano Faiano”.

Sul processo partecipativo si è soffermato ugualmente il professore Roberto Gerundo. La partecipazione è stata, infatti, incentivata attraverso l’ascolto dei soggetti pubblici e privati con una serie di conferenze preliminari e tramite l’aggiornamento del sito istituzionale dell’Ente e www.pucpontecagnanofaiano.it per garantire la consultazione e le osservazioni da parte della cittadinanza, delle organizzazioni sociali, culturali, economico-professionali, sindacali e ambientaliste. Il Preliminare è stato, dunque, condiviso con i Soggetti competenti in materia ambientale, attraverso conferenza dei servizi, i quali hanno formulato osservazioni che sono state valutate e saranno recepite nella formazione del Puc.

“Questa Città – ha affermato il professore Gerundo – è un grande riferimento per tutti e la pianificazione riveste qui come altrove un’importanza primaria. Ritengo che la fase di ascolto sia stata davvero proficua avendo ricevuto tante osservazioni, molte delle quali di carattere strategico collettivo e con alto grado di sostenibilità. Questa è la base per il lavoro che ci aspetta auspicando tempi celeri e in linea con quelle che sono e saranno le indicazioni regionali. Ci apprestiamo ad entrare in un processo intermedio in grado di interloquire con la prima determinazione dell’Amministrazione rappresentata dal Preliminare e, quindi, su una prospettiva certa. Le sfide sono rappresentate dalla valorizzazione della fascia costiera, dal recupero delle aree dismesse, dal rilancio del patrimonio culturale, dalla razionalizzazione delle aree con i nuovi insediamenti, dalla valorizzazione dei centri storici e di tutte le zone del centro e limitrofe. E’ una pianificazione, come ha detto il Sindaco, che si confermerà trasparente e fortemente partecipativa”.

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *