PONTECAGNANO FAIANO: SUCCESSO AL MUSEO PER LE CELEBRAZIONI DEL 106° ANNIVERSARIO DEL COMUNE

PONTECAGNANO FAIANO: SUCCESSO AL MUSEO PER LE CELEBRAZIONI DEL 106° ANNIVERSARIO DEL COMUNE

Celebrazioni per il 106° Anniversario dell’istituzione del Comune:

partecipazione ed emozione al Museo, senso di appartenenza protagonista

 

Serata di emozioni al Museo Archeologico Nazionale “Gli Etruschi di Frontiera”.

Ieri, in un clima di grande partecipazione ed entusiasmo e alla presenza di autorità civili, militari e religiose, si è svolto il secondo appuntamento delle celebrazioni per il 106° Anniversario dell’istituzione del Comune promosse dal Sindaco Ernesto Sica.

L’evento, presentato dalla giornalista Antonella d’Annibale, si è aperto con l’Inno d’Italia eseguito dal soprano Antonella De Chiara.

Spazio, dunque, al discorso del Primo Cittadino. “Ogni anno che trascorre – le sue parole – si rinnovano grandi emozioni ripensando alla passione e determinazione dei padri fondatori che lottarono per l’autonomia e la nascita del nostro Comune guidati dal motto Durantes Vincunt. I 106 anni di vita rappresentano sicuramente un’occasione per rafforzare il senso di cittadinanza attiva attraverso i riconoscimenti di merito, quale giusto tributo di gratitudine a chi ha dato e continua a dare lustro a questo territorio, e le tante iniziative per rendere l’anniversario la massima esaltazione del sentimento di appartenenza alla Città”.

Il Sindaco Sica ha, quindi, evidenziato il protagonismo storico locale “sia delle comunità familiari, sia dei concittadini impegnati a intraprendere un percorso di successo”. Ha rivolto apprezzamento alle Forze dell’Ordine, ricordando le ultime brillanti operazioni dell’Arma, per l’impegno quotidiano e la sinergia istituzionale.

Si è soffermato sul riferimento costante caratterizzato dal sacrificio del finanziare Daniele Zoccola, Medaglia d’oro al valor civile, dei carabinieri Claudio Pezzuto e Fortunato Arena, Medaglia d’oro al valor militare, e del tenente colonnello Carmine Calò.

Ha espresso l’auspicio di “un mondo associativo che possa divenire sempre più una forza trainante e palestra di rinnovate coscienze civiche”.

Ha operato un’attenta riflessione politico-amministrativa sviluppata in due direzioni: da una parte l’orgoglio della ricchezza del patrimonio culturale e paesaggistico e la sfida della competizione territoriale e identitaria; dall’altra il rammarico verso chi “pur di arrivare a qualche illusorio successo propagandistico, calpesta l’autorevolezza e la dignità di questa Città mentre è responsabilità di una classe dirigente tenere saldi valori che non possono essere condizionati dall’egoismo”.

“Le comunità locali – ha concluso il Primo Cittadino – vivono momenti di grande difficoltà con una crisi socio-economica che ha distrutto quel filo di solidarietà umana che attraversava il Paese e, soprattutto, il Mezzogiorno. Dobbiamo imporci come priorità assoluta la vita della nostra Città, essere tutti responsabili del suo futuro e mettere al centro l’amore, il rispetto e l’orgoglio per Pontecagnano Faiano”.

A seguire la straordinaria Lectio Magistralis del professore Paolo Apolito. L’autore del libro “Ritmi di festa”, a sua volta, ha esaltato il sentimento di appartenenza a una Comunità come Pontecagnano Faiano “che nasce dall’innesto di tante culture che nei secoli hanno costruito una grande realtà”. “Questa – ha detto ancora – è una terra bella e felice, baciata dal destino, dall’opera di chi l’ha guidata dagli inizi, dalla fatica umana e dal lavoro umile di tanti uomini, donne e famiglie”. Il professore Apolito ha poi condiviso il valore “di un’identità meticcia, che si apre all’appartenenza e rende gli esseri umani più ricchi e mentalmente aperti; un valore che si trasmette sin da piccoli e che qui assume un rilievo ancora maggiore in quanto la storia è contraddistinta da flussi di popolazioni diverse che si sono incontrate riuscendo nel tempo a scoprire il piacere di stare insieme”.

Momento successivo della serata la consegna del plauso alla Stazione dei Carabinieri della Città di Pontecagnano Faiano, ritirato dal Luogotenente Andrea Ciappina insieme al Comandante della Compagnia dei Carabinieri di Battipaglia Capitano Erich Fasolino con la seguente motivazione: “Per il quotidiano lavoro al fianco della nostra Comunità, svolto distinguendosi per impegno e abnegazione nel precipuo interesse della collettività. Un’attività a presidio della sicurezza e della legalità testimoniata dall’estremo sacrificio delle Medaglie d’oro al valor militare Claudio Pezzuto e Fortunato Arena”.

“Un plauso – ha affermato il Capitano Fasolino – soprattutto se attribuito pubblicamente è l’attestazione più gratificante per i Carabinieri e per ogni operatore di Polizia. Pontecagnano Faiano, per le sue caratteristiche e collocazione territoriale, merita un’attenzione particolare. E’ fondamentale comprendere che la criminalità è forte nel momento in cui ci giriamo dall’altra parte e facciamo finta di non vedere. Va sconfitta con l’educazione e l’informazione. Ai bambini bisogna subito insegnare il rispetto per le persone, per il territorio e l’ambiente circostante. Solo così possiamo contrastare il crimine. Posso assicurarvi che il nostro impegno sarà sempre finalizzato alla vostra tutela e incolumità”.

Ha avuto, quindi, inizio la cerimonia di consegna dei riconoscimenti di merito alla signora Ida Adinolfi, al cavaliere Ciro Altamura, alla dottoressa Antonia Autuori, al dottore Vittorio Di Ruocco, al signor Vito Antonio Faraone, al cavaliere professore Emilio Fusco, al signor Salvatore Garofalo, all’ingegnere Antonio Macchiaroli, al signor Silvestro Micciariello, all’ingegnere Crescenzo Pagano, al signor Matteo Palumbo, al signor Marino Sorgente, all’azienda D&D Italia; al signor Michele Bisogno (alla memoria), all’ingegnere Pasquale Dell’Angelo (alla memoria), al signor Ciro Marino (alla memoria), al signor Mario Antonio Sorrentino (alla memoria).

Grande soddisfazione e ringraziamenti all’Amministrazione per il prestigioso tributo ricevuto.

Nel corso dell’appuntamento è stato, inoltre, presentato il neo costituito Forum dei Giovani della Città di Pontecagnano, a seguito delle votazioni che si sono svolte lo scorso 20 giugno. Il Coordinatore Cosimo Erra è stato eletto nella lista LiberaMente, insieme a Elena Mari, Alessandro Mucciolo, Mario Rosamilia, Raffaele Ardovino, Adolfo Fortunato, Vincenzo Pisaturo, Anna Frusciante, Aniello Colonnese, Michela Garofalo, Alessandra Robustelli. Per la lista “Un Passo avanti” sono stati eletti Leopoldo Arduino, Rossella Vaccaro, Pier Donato Rinaldi, Giovanni Montemurro, Damiano Romano.

“Finalmente – il saluto del neo Coordinatore Cosimo Erra – anche Pontecagnano Faiano ha di nuovo il suo Forum dei Giovani. Lavoreremo ancora sulla partecipazione e coinvolgeremo sempre di più tutti i ragazzi alle nostre iniziative. Non vediamo l’ora di ripartire”.

La cerimonia è stata arricchita da altre esibizioni canore del soprano Antonella De Chiara.

Stasera, intanto, nuovo appuntamento delle celebrazioni per il 106° Anniversario dell’istituzione del Comune con l’inaugurazione del percorso artistico “Contemporaneo Urbano.17” nel borgo di Faiano.

Di seguito l’elenco dei Cittadini e dell’azienda insigniti con le relative motivazioni:

Signora Ida Adinolfi – titolare di un’azienda agricola biologica, specializzata nella produzione della quarta gamma, nel rispetto dell’eco sostenibilità. Ha partecipato al progetto di una multinazionale del settore Fast Food con il patrocinio del Ministero delle Attività Agricole per aggiudicarsi un contratto diretto di fornitura pluriennale.

Motivazione: imprenditrice tra le più giovani d’Italia, è cresciuta a Pontecagnano Faiano nell’azienda di famiglia e si è distinta per la ricerca costante dell’innovazione applicata al settore agricolo su scala internazionale nel rispetto dell’eco sostenibilità e dei lavoratori.

(riconoscimento ritirato dal signor Omero Montella).

Cavaliere Ciro Altamura – imprenditore agricolo, da sempre attento a garantire stabilità ed innovazione per la sua azienda, è stato insignito di un importante riconoscimento dall’Accademia dei Georgofili per gli importanti risultati conseguiti ed il bagaglio di conoscenze acquisito nella sua attività. Nel 2016 è stato nominato Cavaliere del Santo Sepolcro di Gerusalemme.

Motivazione: imprenditore di rilievo del settore ortofrutticolo e vivaistico, che ha tracciato le basi di una struttura duratura di famiglia, creando le condizioni per aprire rapporti commerciali con l’estero e contribuendo alla crescita economica e occupazionale del territorio.

Dottoressa Antonia Autuori – imprenditrice del settore dei trasporti e delle spedizioni marittime, membro del Consiglio Generale di Confindustria Salerno, consigliere camerale e membro di giunta della Camera di Commercio di Salerno. Presidente dell’associazione di aziende storiche familiari campane “I Centenari”, della Fondazione della Comunità salernitana e dell’Associazione della Stella Maris Salerno. Consigliera del Propeller Club Port of Salerno.

Motivazione: imprenditrice di spicco del settore dei trasporti e delle spedizioni marittime, da sempre impegnata nella promozione del ruolo delle donne e della filantropia per sostenere concretamente lo sviluppo sociale e culturale del territorio, anche con progettualità attivate a Pontecagnano Faiano.

Dottor Vittorio Di Ruocco – dirigente pubblico, autore di volumi di liriche e romanzi, ha vinto numerosi premi per la poesia e la narrativa, tra cui, nel 2016, il primo premio per la narrativa edita al  IXX Concorso Internazionale Artistico – Letterario “Antonio De Curtis – Totò” presso la Camera dei Deputati. È stato insignito per meriti culturali alla carriera della Medaglia d’Argento del Presidente della Camera dei Deputati.

Motivazione: autore di poesie e narrativa dall’agile penna, compositore attento e sensibile, ha reso illustre il nome di Pontecagnano Faiano nel panorama letterario regionale e nazionale.

Signor Vito Antonio Faraone – artista del finger–painting (utilizza esclusivamente le dita per dipingere), ha partecipato a numerosi contest artistici, esponendo le sue opere nel corso di “Arte Firenze 2016”, ha ottenuto il “Premio Internazionale Arte Paris 2017”  dal figlio di Salvador Dalì e il Premio Vittorio Sgarbi “La selezione” nell’ambito di Arte Salerno 2017, scelto tra 310 artisti.

Motivazione: eclettico artista del finger–painting, fa rivivere i paesaggi italiani e del Sud, a testimonianza di un viscerale attaccamento per la propria terra, contribuendo a dare lustro al nome della Città nei contesti artistici europei.

Cavaliere professore Emilio Fusco – Consigliere ed Assessore Comunale tra metà anni Cinquanta e Settanta, Dirigente Nazionale Acli, Cavaliere della Repubblica, Presidente della cooperativa editoriale Agire, giornale settimanale cattolico della Curia Arcivescovile di Salerno. Si è sempre adoperato per il bene comune, conosciuto da tutti come “Il Presidente”.

Motivazione: Dirigente nazionale Acli, uomo di elevata sensibilità e altruismo, da sempre attento nel percorso associativo, politico e amministrativo di matrice cristiana alla tutela dei lavoratori e del perseguimento del bene comune e dell’equità sociale.

Signor Salvatore Garofalo – maestro decoratore, ha preso parte ai lavori di restauro di numerose opere religiose e civiche. Consigliere comunale nel 1990. Autore di romanzi e liriche in vernacolo.

Motivazione: autore sensibile di liriche e racconti, affronta tematiche intimiste legate all’arte e alla storia di Pontecagnano Faiano. Personalità attiva e partecipe della vita culturale e sociale della Città.

Ingegnere Antonio Macchiaroli – ingegnere, responsabile della Struttura “Impianti Scenotecnici, Costumi e Trucco” presso il Centro di Produzione Rai di Napoli, che progetta e realizza gli impianti scenografici inerenti al copione della produzione di Un posto al sole, Made in Sud, Reazione a catena, Torto o ragione, Verdetto finale, Per un pugno di libri per citarne alcune.

Motivazione: responsabile della Struttura “Impianti Scenotecnici, Costumi e Trucco” del Centro Produzione Rai di Napoli, ingegnere dalle multiformi capacità creative e gestionali, sapiente coordinatore di diverse professionalità.

Signor Silvestro Micciariello – in arte Silvestry, ha partecipato in sessant’anni di carriera a un centinaio di mostre personali e collettive in Italia e all’estero esponendo pitture, sculture ed incisioni di gran pregio.

Motivazione: Attento e fine restauratore di reperti preziosi, in sessant’anni di carriera ha realizzato sculture e opere pittoriche di pregio esposte in mostre internazionali, dando lustro al nome di Pontecagnano Faiano.

Ingegnere Crescenzo Pagano – ingegnere, docente di costruzioni, già Sindaco negli Anni Ottanta, organizza il Concorso organistico internazionale “Premio Elvira Di Renna” con l’omonima Fondazione da lui presieduta, che ha anche restaurato l’organo ottocentesco della Chiesa di San Benedetto a Faiano.

Motivazione: già Sindaco, progettista e sostenitore di alcune opere religiose della Città, ideatore e Presidente della “Fondazione Organistica Elvira Di Renna”, impegnato nella promozione di iniziative di portata internazionale a sostegno del patrimonio musicale e organistico, rendendo lustro al nome di Pontecagnano Faiano.

Signor Matteo Palumbo – autore di sei volumi e numerosi articoli giornalistici e saggi tematici, Presidente dell’Associazione Culturale “Per il Teatro”, che ha dato vita ad un’intensa attività con seminari, corsi,   rappresentazioni e convegni con studiosi di livello anche internazionale. Ha raccolto tutti i suoi scritti in un blog.

Motivazione: autore prolifico e versatile, organizzatore di incontri tematici su teatro e arte, attento archivista e promotore della diffusione della cultura mediante l’utilizzo delle nuove tecnologie.

Signor Marino Sorgente – imprenditore agricolo, fin dal suo insediamento nell’azienda di famiglia, ha sempre puntato all’avanguardia sia in materia di tecniche produttive che in termini gestionali con grande attenzione al rispetto delle normali buone pratiche agricole e alla tutela dei lavoratori.

Motivazione: imprenditore di rilievo del settore ortofrutticolo, punta all’avanguardia, anche attraverso le nuove energie familiari, per rendere l’azienda competitiva sui mercati internazionali, tutelando i diritti dei lavoratori con l’adesione alla “Rete del lavoro agricolo di qualità”.

D&D Italia – fondata nel 1968, è tra le principali aziende in Italia specializzata nella produzione di conserve alimentari con tre brand. Nel corso degli anni la D’Amico si è contraddistinta per i sistemi di produzione tecnologicamente avanzati e l’elevata presenza sui mercati esteri.

Motivazione: presente sul mercato internazionale da quasi cinquant’anni, oggi alla terza generazione, leader nazionale nel settore della produzione di conserve alimentari dagli elevati standard qualitativi. Azienda altamente tesa all’innovazione pur mantenendo il legame con la tradizione mediante la lavorazione delle tipicità.

Riconoscimenti alla memoria:

Signor Michele Bisogno – commerciante titolare della cinquantennale cartolibreria “Bisogno”, luogo di incontro della Città; organizzava giornate di presentazione di libri per ragazzi, era sempre presente e partecipe alle varie iniziative sociali e culturali organizzate sul territorio.

Motivazione: dalla personalità affabile, ha sensibilizzato e favorito l’amore per la lettura e la musica, facendo avvicinare i giovani alle passioni legate alle arti in un luogo aggregativo della Città.

(riconoscimento ritirato dal figlio Vincenzo Bisogno).

Ingegnere Pasquale Dell’Angelo – ingegnere, ha svolto attività di studio e ricerca in ambito universitario con il Prof. Corrado Beguinot. Ha rivestito la carica di Consigliere comunale dal maggio 1990 al dicembre 1994, rappresentando un riferimento sempre attento alle esigenze delle persone. E’ stato protagonista nel dibattito sullo sviluppo della Città, contribuendo con idee innovative alla sua crescita.

Motivazione: tra i protagonisti, negli anni Novanta, dell’innovativo dibattito politico–istituzionale sullo sviluppo e la crescita di Pontecagnano Faiano, progettista lungimirante, si è distinto anche per il suo impegno sociale.

(riconoscimento ritirato dalla moglie Giovanna Negri).

Signor Ciro Marino – da sempre impegnato in politica fin dagli anni Novanta per poi divenire Presidente del Consiglio Comunale nel 2000. Ha presieduto l’associazione per i commercianti “Picentia Labor”. Appassionato di sport, era tra gli organizzatori della Strapicentia e tra i fondatori della squadra di basket “Virtus Pontecagnano”.

Motivazione: già Presidente del Consiglio Comunale, animato da fervore sociale e associativo, da sempre impegnato a sostenere il settore del commercio e dello sport.

(riconoscimento ritirato dal figlio Vittorio Marino).

Signor Mario Antonio Sorrentino – imprenditore del settore cerealicolo, ha seguito le orme paterne nella centenaria ditta di commercio del grano “Matteo Sorrentino & Figli”. Nel corso degli anni riuscì a tessere rapporti con le più importanti industrie molitorie in campo nazionale quali Amato, Divella, Garofalo.

Motivazione: lungimirante imprenditore del settore cerealicolo, nel perseguire la tradizione di famiglia ha tessuto importanti rapporti commerciali con le più importanti aziende molitorie nazionali, ponendo le basi per un futuro sempre più innovativo verso le nuove generazioni.

(riconoscimento ritirato dal figlio Matteo Sorrentino).

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *