PONTECAGNANO FAIANO: “SPORT E VALORI” CON I CAMPIONI DI JUDO GIOVEDÌ AL PALAZZETTO DI SANT’ANTONIO

PONTECAGNANO FAIANO: “SPORT E VALORI” CON I CAMPIONI DI JUDO GIOVEDÌ AL PALAZZETTO DI SANT’ANTONIO

“Sport e Valori”, giovedì l’evento al Palazzetto dello Sport con i campioni di Judo

 

“Sport e Valori”. E’ il titolo e il leit motiv dell’interessante iniziativa in programma giovedì 28 settembre al Palazzetto dello Sport di Sant’Antonio.

A promuoverla il Comune di Pontecagnano Faiano insieme all’Asd Judo “Il Gabbiano” in collaborazione con le Fiamme Oro della Polizia di Stato e la Federazione italiana judo lotta karate arti marziali.

Ad aprire la giornata, alle ore 10, alla presenza degli alunni delle scuole cittadine, il saluto del Sindaco Ernesto Sica, presente insieme al Consigliere comunale delegato allo Sport Giuseppe Malandrino, e l’esibizione della squadra Fiamme Oro Polizia di Stato con atleti di fama internazionale e con i giovani campioni dell’Asd Judo “Il Gabbiano” guidati dal tecnico Antonio Marino, promotore dell’evento.

A seguire, alle ore 11.30, il convegno “Sport e legalità”, moderato dal giornalista Eugenio Marotta, con gli interventi dei tecnici delle Fiamme Oro, del maestro Luigi Nasti, Vice Presidente Nazionale Fijlkam, e del maestro Bruno D’Isanto, Vice Presidente del Comitato regionale campano Fijlkam.

A testimoniare l’importanza della manifestazione e il sostegno agli sportivi della Polizia di Stato, l’invito degli organizzatori al Questore di Salerno Pasquale Errico.

A confermare, ugualmente, la vicinanza delle istituzioni al mondo dello sport anche la richiesta di partecipazione inoltrata al Prefetto di Salerno Salvatore Malfi.

Allo stesso tempo, è stata invitata la delegata provinciale del Coni di Salerno Paola Berardino.

Alla prestigiosa kermesse, inoltre, prenderà parte il Colonnello Lucio Di Biasio, Comandante dell’Esercito Italiano in Basilicata.

Tra i tecnici delle Fiamme Oro presenti alle esibizioni ci saranno Raffaele Parlati, plurimedagliato maestro dell’unico team campione del Mondo nella storia italiana del Judo, e Massimo Parlati, ex atleta della nazionale italiana e vincitore di dieci titoli nazionali e numerosi trofei internazionali.

Il tecnico Antonio Marino, invece, guiderà le performance sul tatami dei giovani talenti dell’Asd “Il Gabbiano”, che si sono già distinti in campo nazionale e internazionale, tra cui Emanuele Magazzeno, vice campione italiano Cadetto, vice campione Junior, tre bronzi ai campionati italiani, vincitore del Grand Prix Italia Junior, riconoscimenti e medaglie ai tornei europei, benemerenza del Coni di Salerno per i brillanti risultati.

“La passione – dichiara il tecnico Antonio Marino – mi ha spinto, dieci anni fa e tra mille difficoltà, a realizzare il progetto ‘Il Gabbiano’ per far conoscere questa bellissima disciplina, creando una palestra che è divenuta punto di aggregazione e di arricchimento umano e sportivo. Il judo, infatti, esprime la spinta innata alla socializzazione e riesce ad educare al rispetto delle regole e alla legalità accompagnando il superamento dei propri limiti. In tal senso, l’incontro tra scuola e mondo dello sport è rivolto proprio alla sana crescita dei giovani ed è fondamentale che siano gli sportivi di professione a parlare ai nostri ragazzi per far comprendere cosa significa vivere veramente lo sport. L’iniziativa di giovedì mattina si inserisce proprio in questo contesto di promozione dei valori autentici del judo e di tutte le discipline”.

“Siamo orgogliosi – afferma il Primo Cittadino Ernesto Sica – di ospitare nella nostra Città e nella splendida cornice del Palazzetto dello Sport un evento così importante che testimonia appieno l’impegno dell’Asd Judo ‘Il Gabbiano’ e di tante altre realtà cittadine per una promozione sportiva sul territorio che è fortemente sostenuta dall’Amministrazione Comunale. Lo sport è vita ed è fondamentale incentivarne la pratica, con il supporto di tutte le istituzioni, aumentando nei nostri giovani e nelle nostre scuole la consapevolezza dei benefici che ne derivano a livello fisico e sociale”.

 

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *