PONTECAGNANO FAIANO: PUBBLICA ILLUMINAZIONE, LE PRECISAZIONI DELL’ASSESSORE VIVONE

PONTECAGNANO FAIANO: PUBBLICA ILLUMINAZIONE, LE PRECISAZIONI DELL’ASSESSORE VIVONE

Pubblica illuminazione, l’Assessore Mario Vivone fa chiarezza: “Quante inesattezze”

 

“O è mistificazione della realtà o è ignoranza amministrativa. Forse entrambe le cose”.

E’ la dura risposta dell’Assessore ai Lavori pubblici e alla Manutenzione Mario Vivone alle critiche del Consigliere Comunale Giuseppe Lanzara sulle questioni inerenti alla pubblica illuminazione sul territorio.

L’Assessore Vivone, in tal senso, opera un’attenta analisi in merito alla programmazione dell’Amministrazione guidata dal Sindaco Ernesto Sica e replica punto per punto alle accuse.

Il Comune di Pontecagnano Faiano – afferma – a seguito di espletamento di gara ad evidenza pubblica, ha affidato, in concessione, i lavori, mediante project financing, aventi ad oggetto la manutenzione ordinaria, programmata e straordinaria, la fornitura di energia elettrica, compresa la progettazione ed esecuzione degli interventi di adeguamento normativo, rifacimento, ristrutturazione, riqualificazione ed efficientamento energetico degli impianti di pubblica illuminazione. L’avvio dell’esecuzione del contratto risale a poche settimane fa, precisamente a febbraio. In tal senso, la concessione prevede da parte della società la presentazione, entro il mese di aprile di quest’anno, della progettazione definitiva-esecutiva che verrà valutata dettagliatamente dagli uffici tecnici prima dell’inizio degli interventi. A tal proposito – aggiunge l’Assessore Mario Vivone – è doveroso rilevare che, finalmente, con la concessione dei lavori si procederà ad una ristrutturazione e riqualificazione generale dell’impianto di pubblica illuminazione che, per decenni, non è stato oggetto di importanti adeguamenti. In particolare, si provvederà alla sostituzione dei corpi illuminanti con nuove tecnologie a led, all’adeguamento delle linee elettriche, al rifacimento dei quadri di comando e alla sostituzione di tutti i pali che presentano criticità in termini di stabilità”.

 “Ciò premesso – dichiara ancora l’Assessore Vivone – è praticamente inimmaginabile pensare che la società concessionaria, che ha già operato verifiche e una serie di interventi, potesse trasformare completamente il funzionamento dell’intero impianto nel giro di poco più di un mese. Da parte del Consigliere Giuseppe Lanzara puntare il dito su questo equivale semplicemente a strumentalizzare e mistificare la realtà con una versione distorta delle cose oltre che a confermare davvero poca dimestichezza delle procedure amministrative. Eppure, quando si ha difficoltà a leggere e interpretare gli atti, peraltro non estremamente complicati, basterebbe semplicemente rivolgersi agli uffici competenti per tutte le spiegazioni del caso evitando la diffusione di notizie inesatte e, di conseguenza, comportamenti poco consoni ad un amministratore attento e preparato. Invece si preferisce fare demagogia con accuse infondate e segnalazioni che, oltre alla propaganda, non trasmettono quasi nulla”.

“Le conferme – spiega l’Assessore Vivone – davvero non mancano. Ad esempio, il Consigliere Giuseppe Lanzara si è soffermato di recente anche sulla rimodulazione delle cifre per la gestione dell’impianto di pubblica illuminazione. Voglio rassicurare lui e, soprattutto, i cittadini che si tratta di un semplice e dovuto adeguamento contrattuale. Il Consigliere Lanzara forse non sa o fa finta di non sapere che il progetto iniziale risale al 2012 e il canone è determinato in funzione del numero effettivo dei pali da integrare, del numero e del tipo di lampade utilizzate e, quindi, da consumi che, ovviamente, variano. Solo chi mistifica la realtà o non conosce le procedure amministrative può sostenere il contrario. Stesso dicasi per la sua polemica sulla centrale operativa per la pubblica illuminazione. Anche in questo caso, o non è informato o fa finta di non esserlo. La società concessionaria, infatti, come da contratto, ha messo a disposizione per la cittadinanza il numero verde 800.031938, già pubblicato sul sito istituzionale del Comune, per la segnalazione di guasti o malfunzionamenti, dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle ore 13 e dalle 15 alle 19. Inoltre è attivo h24 un numero di emergenza riservato al Comune e agli organi competenti”.

 “Non mi resta – conclude l’Assessore ai Lavori pubblici e alla Manutenzione Mario Vivone – che invitare il Consigliere Giuseppe Lanzara, che continua a studiare da Sindaco, a prepararsi meglio ed evitare l’opera quotidiana di mistificazione e strumentalizzazione politica applicata che non comporta alcun beneficio alla nostra Città e, probabilmente, nemmeno alle sue ambizioni”.

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *