PONTECAGNANO FAIANO: PISTA CICLABILE PERICOLOSA, NUOVA LETTERA ALLA PROVINCIA

PONTECAGNANO FAIANO: PISTA CICLABILE PERICOLOSA, NUOVA LETTERA ALLA PROVINCIA

Pista ciclabile pericolosa e nel degrado: l’Amministrazione scrive nuovamente alla Provincia

 

Un intervento urgente per la messa in sicurezza e la manutenzione della pista ciclabile sulla Sp 175 Litoranea.

La richiesta alla Provincia di Salerno arriva nuovamente dall’Amministrazione su impulso del Sindaco Ernesto Sica e dell’Assessore ai Lavori pubblici e alla Manutenzione Mario Vivone.

In una lettera dell’architetto Vincenzo Zuccaro, responsabile del settore Lavori pubblici e Manutenzione del Comune, vengono ancora una volta, evidenziate le condizioni di estremo degrado e abbandono dell’area parallela alla carreggiata del litorale più volte segnalate da cittadini e utenti.

In particolare, il parapetto di protezione in legno è oramai fatiscente e in molteplici punti inesistente o in rovina.

“Tale deprecabile stato di manutenzione – si legge nella missiva – non solo è di ostacolo alla libera e piena fruizione della pista ciclabile da parte di residenti e turisti, le cui presenze cominciano a incrementarsi con la stagione balneare, ma rappresenta un pericolo per l’incolumità pubblica che non va assolutamente sottovalutato, come testimoniano vari episodi, già verificatisi, di danni riportati da fruitori della stessa”.

“Di conseguenza – si legge ancora nella lettera dell’Amministrazione  – si chiede di volere innanzitutto disporre con urgenza gli opportuni interventi di rimessione in pristino del fondo stradale e, in particolare, del parapetto di protezione della pista ciclabile, necessari per eliminare i pericoli segnalati. Si coglie l’occasione, poi, per sensibilizzare codesto Ente circa la necessità di assicurare una manutenzione periodica, al fine di mantenerla stabilmente in uno stato decoroso e adatto a permetterne ottimale fruizione da parte degli utenti”.

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *