PONTECAGNANO FAIANO: IL SINDACO SICA CHIEDE UN CONSIGLIO COMUNALE PER LA VIABILITÀ DEI SOTTOPASSI

PONTECAGNANO FAIANO: IL SINDACO SICA CHIEDE UN CONSIGLIO COMUNALE PER LA VIABILITÀ DEI SOTTOPASSI

Lavori per l’ultimazione dei sottopassi ferroviari in via Colombo e via Alfani-via Torino:

il Sindaco Sica chiede un Consiglio Comunale per condividere il nuovo piano viario

Una seduta di Consiglio comunale entro il prossimo 7 giugno per discutere e condividere i provvedimenti della viabilità relativa all’ultimazione del piano dei sottopassi ferroviari con la collaborazione dei comuni limitrofi.

A chiederla il Sindaco Ernesto Sica durante l’Assise che, convocata dal Presidente Alfonso Gallo, si è riunita in data odierna presso la sala convegni dell’ex tabacchificio Centola.

Il Primo Cittadino, in tal senso, ha ribadito la necessità “di garantire le migliori condizioni possibili per la conclusione nei tempi previsti degli interventi di Rfi in via Colombo e tra via Alfani e via Torino favorendo la massima sinergia con i territori vicini per una gestione efficiente del percorso di realizzazione di queste grandi opere che determineranno una viabilità più fluida e sicura su tutto il territorio”.

Intanto, questa mattina, il Consiglio comunale ha dato il via libera al regolamento per la disciplina della videosorveglianza, ultimo step per l’attivazione del sistema in Città, e agli altri due punti all’ordine del giorno:

art. 194 co 1 lett. a) T.u.e.l.: Riconoscimento debiti fuori bilancio derivanti da sentenze esecutive e contestuale variazione al bilancio di previsione 2017;

art. 227 T.u.e.l.: Approvazione riclassificazione dello stato patrimoniale e inventario al 01.01.2016. Approvazione rendiconto della gestione per l’esercizio 2016 con allegata relazione illustrativa.

In tal senso, il Sindaco Ernesto Sica ha evidenziato “la responsabilità istituzionale dell’Assise nel riconoscere questi debiti fuori bilancio, derivanti tra l’altro da sentenze esecutive, e tenere fede alle spese sostenute nell’interesse del territorio da parte di un Ente che gode di ottima salute finanziaria” confermando, allo stesso tempo, “l’impegno del Comune a verificare e approfondire, di volta in volta, i presupposti per concretizzare procedure di transazione e dilazione dei pagamenti dovuti”. 

 

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *