PONTECAGNANO FAIANO: IL COMUNE A SOSTEGNO DI DONNE E MINORI VITTIME DI VIOLENZA

PONTECAGNANO FAIANO: IL COMUNE A SOSTEGNO DI DONNE E MINORI VITTIME DI VIOLENZA

Comune parte civile nei procedimenti penali per femminicidio e atti di violenza verso i minori:

venerdì 10 marzo a Palazzo di Città conferenza stampa di presentazione del provvedimento

 

L’Amministrazione Comunale si costituisce parte civile nei procedimenti penali per femminicidio e atti di violenza nei confronti dei minori.

E’ quanto predisposto dalla Giunta Municipale su impulso del Sindaco Ernesto Sica e dell’Assessora alle Pari opportunità Lucia Zoccoli.

Il provvedimento verrà presentato ufficialmente a Palazzo di Città venerdì 10 marzo, alle ore 10.30, nel corso di una conferenza stampa con l’intervento di associazioni ed enti.

“La scelta dell’Amministrazione – conferma il Primo Cittadino Ernesto Sica – testimonia la necessità di accompagnare e supportare le misure assunte a livello nazionale con azioni dirette sui territori per diffondere una cultura di rispetto della persona e tutelare coloro che sono vittime di abusi oramai in pericoloso aumento nell’ultimo decennio”.

Uno strumento valido di sostegno, in tal senso, è rappresentato proprio dalla presenza nei giudizi penali a carico degli autori di azioni criminali.

L’atto approvato dalla Giunta Municipale, infatti, impegna il Comune, con valutazione da effettuarsi di volta in volta nell’esame di singole fattispecie, a costituirsi parte civile nei procedimenti per i reati specifici commessi, dentro o fuori dal territorio comunale, ai danni di donne e minori cittadini di Pontecagnano Faiano.

“In occasione del prossimo 8 marzo – dichiara a tal proposito l’Assessora alle Pari Opportunità Lucia Zoccoli – abbiamo inteso non promuovere iniziative particolari sul tema della giornata per rispettare l’orientamento dello sciopero globale, che unisce già 22 Paesi, condividendo pienamente la necessità di mettere al centro le rivendicazioni di noi donne e il nostro ruolo nella società. In tale direzione, l’impegno dell’Amministrazione non si limita soltanto ad un legame forte e convinto con i motivi della protesta, ma si rafforza concretamente con un provvedimento di costituzione civile teso a contrastare ogni forma di violenza e a far valere i diritti dei nostri cittadini, in particolare donne e bambini che rappresentano uno dei patrimoni più importanti della Comunità”.

“E’ un percorso – conclude l’Assessora Lucia Zoccoli – che realizzeremo in piena sinergia con associazioni ed enti preposti che condividono la consapevolezza di dover contribuire ad incrementare il ruolo delle istituzioni quali garanti degli interessi di persone che meritano sostegno e tutele ben precise”.

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *