PIANO DI ZONA S4: NIDI, MICRONIDI E SERVIZI INTEGRATIVI

PIANO DI ZONA S4: NIDI, MICRONIDI E SERVIZI INTEGRATIVI

sica3Il Piano Sociale di Zona Ambito S4, con il Comune di Pontecagnano Faiano ente capofila, ha avviato, con determina n. 94 del 07.07.2015, a firma della Coordinatrice dell’Ufficio di Piano, dr. ssa Giovanna Martucciello, le procedure di gara per la gestione dei servizi rivolti alla prima infanzia: nidi, micronidi e servizi integrativi al nido, in riferimento al primo riparto del Piano di Azione Coesione. Entro il mese di settembre saranno ultimate le procedure di affidamento, assicurando al territorio l’ordinato svolgimento degli interventi. La documentazione è disponibile sul Sito Istituzionale del Comune capofila. “E’ la fase preliminare alla conclusione dell’iter – afferma la dr. ssa Martucciello – dopo quella di capillare ascolto e concertazione che ha consentito la più adeguata progettazione conforme ai bisogni emergenti”. Cresce, così, l’offerta sociale territoriale, per garantire alle famiglie un reale sostegno ed accompagnamento, promuovendo l’inclusione e la conciliazione dei tempi di lavoro. Nei prossimi giorni si riunirà il Coordinamento Istituzionale dei Sindaci dell’Ambito Territoriale, per definire, tra l’altro, la regolamentazione relativa al funzionamento dei servizi di cui sopra, al fine di assicurare gli adeguati standard di qualità, in relazione alle specifiche tipologie ed attività, nel rispetto dei criteri di trasparenza e dei fondamentali diritti dell’infanzia. Nel frattempo, prosegue il lavoro dell’Ufficio di Piano per l’espletamento degli atti in merito alle richieste di accreditamento da parte dei soggetti sociali. Commentando l’efficacia attività dell’Ufficio di Piano, il Presidente del Coordinamento Istituzionale, dott. Ernesto Sica, Primo Cittadino del Comune di Pontecagnano Faiano, ribadisce, a nome dell’Organo di Governo del Piano Sociale di Zona, “l’impegno a sviluppare e potenziare le politiche di inclusione, garantendo la più ampia coesione nell’ambito delle comunità locali”.

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *