INAUGURATA LA BIBLIOTECA CIVICA “ALFONSO GATTO”, IL SINDACO SICA: “SOGNO CHE SI REALIZZA”

INAUGURATA LA BIBLIOTECA CIVICA “ALFONSO GATTO”, IL SINDACO SICA: “SOGNO CHE SI REALIZZA”

sica3Una staffetta della cultura con 150 alunni. Ha avuto inizio così, questa mattina, la straordinaria cerimonia di inaugurazione della Biblioteca Civica “Alfonso Gatto” nel Museo Archeologico Nazionale “Gli Etruschi di Frontiera”.

Il passaggio di testimone, rappresentato proprio da un testo di liriche del poeta al quale è stata intitolata l’opera, ha attraversato la Città da Villa Crudele, sede dell’oramai ex sala bibliotecaria, fino alla location museale di via Lucania.

Il libro è giunto per ultimo nelle mani del Primo Cittadino Ernesto Sica che ha consacrato l’importante momento insieme all’Assessora alla Cultura Lucia Zoccoli, ai rappresentanti della Fondazione “Alfonso Gatto”, alla Direttrice del Museo Gina Tomay, al Senatore Alfonso Andria, all’attore Alessandro Preziosi, testimonial dell’iniziativa, alle scuole e ai tanti presenti.

Dopo la benedizione di Padre Domenico Pagliari, particolarmente emozionante il taglio del nastro del Sindaco Sica e di Paola Gatto Trotta, figlia dell’indimenticato scrittore salernitano, che ha dato il via libera al primo ingresso ufficiale nella Biblioteca Civica.

Soddisfazione e obiettivi sono stati, quindi, ribaditi all’interno dell’Auditorium in un incontro presentato dalla giornalista Francesca Salemme.

“La poesia è un sogno che ci fa distaccare dalla realtà” ha esordito Alessandro Preziosi prima di leggere alcune poesie di Alfonso Gatto “poeta eccezionale che sin dagli inizi della sua carriera è sempre stato attento alla società, alla scrittura e alla cultura” ha aggiunto l’attore. “Le biblioteche – ha detto ancora Preziosi – sono vere memorie e luoghi di una bellezza immensa che ci spingono alla conoscenza e io sono davvero grato di aver condiviso questa stupenda giornata con tutti voi”.

Spazio, dunque, ai contributi degli alunni degli Istituti comprensivi “A. Moscati”, “Pontecagnano Sant’Antonio” e “Picentia” guidati dai Dirigenti scolastici Sergio Di Martino, Angelina Malangone e Ginevra de Majo.

 “Sono davvero emozionata – ha quindi dichiarato l’Assessora Lucia Zoccoli – per questo risultato straordinario. È stato per me un privilegio dedicarmi alla realizzazione della nuova Biblioteca Civica. Non smetterò mai di ringraziare il Sindaco Sica per l’opportunità che mi ha concesso, l’intera Amministrazione e gli uffici comunali per il grande gioco di squadra. Inevitabilmente, in questo percorso, ho incontrato delle persone straordinarie, cariche di grande passione e di amore per il patrimonio culturale del nostro Paese. Grazie di cuore alla Sovrintendenza, alla Direttrice Tomay, alla dottoressa Anna Maria Vitale dell’Associazione italiana biblioteche e agli eccezionali amici della Fondazione Gatto presieduta da Alfonso Trotta. Con loro è stato un incontro estremamente proficuo. L’open space, dove si trova la Biblioteca, è stato dipinto in modo eccezionale da Pino Roscigno e trasuda cultura, con i versi del grande poeta salernitano. Due importanti Istituzioni, il Comune di Pontecagnano Faiano con la Soprintendenza Archeologia Campania prima, ed il Polo Museale oggi, hanno interagito e lavorato congiuntamente, creando uno dei pochi esempi di Biblioteca Civica ospitata da un Museo Archeologico Nazionale e una delle più belle biblioteche della Provincia di Salerno che abbiamo già inserito in una rete di assoluta importanza. Questa Biblioteca – ha concluso – dovrà sempre suscitare curiosità proprio come gli Etruschi e invito i nostri giovani a rincorrere la conoscenza e la libertà”.

La Direttrice Gina Tomay ha, quindi, rappresentato i saluti della Direttrice del Polo Museale della Campania Mariella Utili e della dottoressa Adele Campanelli “che iniziò questo proficuo percorso con il Sindaco Sica”. “E’ un traguardo – ha dichiarato – che ci rende felici e orgogliosi a testimonianza di una sinergia sempre più forte con il Comune. Ci attendono nuove sfide, anche alla luce della riforma del Ministro Dario Franceschini, e possiamo sicuramente vincere la partita perché questo Museo è un punto di forza e deve unirsi sempre di più allo straordinario patrimonio del Parco Eco Archeologico. Vogliamo essere un polo culturale di riferimento continuando ad aprirci all’intero territorio come faremo anche con l’evento Maggio dei libri”.

 Grande apprezzamento per un’iniziativa che ricade nel 40° anniversario della scomparsa di Alfonso Gatto è stato testimoniato dal senatore Alfonso Andria che ha parlato di “grande sensibilità che ha animato il progetto dell’Amministrazione, del Sindaco Sica e dell’Assessore Zoccoli e del Museo con un risultato eccezionale”. “Questa biblioteca è una nuova testimonianza d’amore di Alfonso Gatto” ha aggiunto il senatore Andria dopo aver esaltato la figura del poeta salernitano ricordando anche l’omaggio tributatogli da Eugenio Montale.

 “Siamo orgogliosi – le parole conclusive del Sindaco Ernesto Sica – di questa grande opera che la Città davvero meritava. Siamo solo all’inizio perché lavoreremo costantemente per rendere la biblioteca sempre più funzionale e innovativa. Allo stesso tempo, siamo fortemente impegnati per acquisire e riqualificare l’intera area circostante. E’ uno sforzo immenso ma ci attiveremo ogni giorno per rafforzare la sinergia con il Museo e recepire ogni opportunità di finanziamento progettuale. Durante le celebrazioni per il Centenario del nostro Comune – ha ricordato ancora il Primo Cittadino – sottoscrissi una Convenzione con la Soprintendenza Archeologia Campania, che stabiliva il trasferimento della nostra Biblioteca nel Museo Archeologico Nazionale. Finalmente questo sogno si realizza grazie alla collaborazione di tanti, in particolare della Soprintendente Adele Campanelli, e del valido contributo dell’attuale Direttrice del Museo Gina Tomay. Un ringraziamento va anche alla Direttrice del Polo Museale Mariella Utili e alla Fondazione Alfonso Gatto per la proficua sinergia. Ciò che abbiamo realizzato pensando, in particolare, ai nostri piccoli, è un ambiente bello, funzionale e stimolante per approfondire tante conoscenze: la nostra Biblioteca non sarà solo il luogo che accoglierà il patrimonio librario, ma diventerà il cuore pulsante della cultura di questa Città. E’ un grande patrimonio delle scuole e dei nostri giovani ai quali chiedo di custodirlo gelosamente, di salvaguardarlo e di valorizzarlo”.

 E un nuovo importante appuntamento promosso dall’Amministrazione si terrà anche domani al Museo “Gli Etruschi di frontiera”. Protagonista Geronimo Stilton. Dalle ore 10 colazione, spettacolo “Musica che passione” e consegna dei libri autografati “La Costituzione italiana raccontata ai ragazzi” donati dal Garante per l’Infanzia all’Amministrazione su richiesta dell’Assessora Lucia Zoccoli. La mattinata sarà arricchita dai laboratori tematici della Fondazione “Alfonso Gatto”, a testimonianza della proficua sinergia con l’Ente, dalle visite guidate ai reperti con la Cooperativa Metaia e dalle visite alla Biblioteca civica a cura della sezione Campania dell’Associazione italiana biblioteche.

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *