CONCERTAZIONE PER IL WELFARE DI COMUNITÀ

CONCERTAZIONE PER IL WELFARE DI COMUNITÀ

sica3Nell’ambito dei lavori di predisposizione del Piano Sociale di Zona Ambito Territoriale S4, terza annualità del triennio 2013-2015, ai fini della più fattiva cooperazione con i soggetti sociali territoriali, a Pontecagnano Faiano, mercoledì 7 ottobre 2015, alle ore 16.30, presso la sala convegni ex Tabacchificio Centola, si terrà l’incontro di avvio del percorso di concertazione. Il confronto verterà sulle indicazioni operative della Regione Campania, alla luce del Decreto Dirigenziale n. 442 del 7. 08. 2015. I lavori sono così articolati: il saluto istituzionale da parte del Sindaco del Comune capofila di Pontecagnano Faiano Ernesto Sica; l’introduzione ai lavori a cura dell’Assessore alle Politiche Sociali Francesco Pastore e della Coordinatrice dell’Ufficio di Piano Giovanna Martucciello.

Seguono gli interventi dei soggetti sociali partecipanti e le conclusioni dei rappresentanti dei Comuni dell’Ambito Territoriale. Modera il confronto Aniello Landi, deputato alla concertazione sociale ed alle reti territoriali. All’avvio del percorso sono state invitate a partecipare tutte le realtà del Terzo Settore, gli enti erogatori, le associazioni di tutela degli utenti, le confederazioni della cooperazione, le aziende pubbliche dei servizi alla persona, le rappresentanze territoriali, il Forum del Terzo Settore, il Comitato consultivo per la disabilità. Partecipano, altresì, l’Asl Salerno ed i distretti sanitari n. 65 e n. 68. Sul tema dell’integrazione socio-sanitaria l’Ufficio di Piano ed i rappresentanti dei distretti sanitari locali hanno definito specifici momenti di lavoro: di fatto è aperto un tavolo permanente di confronto. Analogamente con le confederazioni sindacali Cgil, Cisl, Uil, Ugl, con le quali è stato programmato un primo incontro nella mattinata di mercoledì. I momenti di confronto con il variegato mondo delle formazioni intermedie locali (dalle cooperative sociali alle organizzazioni di volontariato) costituisce un momento saliente di tutta l’architettura socio-istituzionale del Piano Sociale di Zona: dalla programmazione ai processi di co-valutazione. “Siamo impegnati a promuovere la cultura della cittadinanza solidale, valorizzando il ruolo propulsivo del terzo settore locale e delle famiglie” afferma l’Assessore alle Politiche Sociali del Comune capofila, Francesco Pastore. “Si tratta di una scelta strategica politico-istituzionale” dichiara  il Presidente del Coordinamento Istituzionale dei Sindaci, Ernesto Sica. “Lo sviluppo del territorio – ribadisce il Primo Cittadino – è indissolubilmente legato alla crescita del capitale umano, ovverosia alle risorse di partecipazione, solidarietà e governance”.

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *