AREA ESTERNA POLO SCOLASTICO: CERIMONIA DI CONSEGNA DEI LAVORI

AREA ESTERNA POLO SCOLASTICO: CERIMONIA DI CONSEGNA DEI LAVORI

sica3“Un lavoro immenso e una grande collaborazione con l’Amministrazione comunale oggi ci consentono di ammirare questa opera straordinaria”.

Con queste parole il Dirigente scolastico Angelina Malangone, questa mattina, insieme al Sindaco Ernesto Sica, ha consegnato ufficialmente i lavori all’area esterna del Polo scolastico “Pontecagnano Sant’Antonio”.

Grande partecipazione e tanto entusiasmo alla cerimonia che si è aperta con l’esecuzione dell’Inno d’Italia. Insieme agli alunni e ai docenti, erano presenti anche l’Assessore ai Lavori pubblici Mario Vivone, l’Assessore alla Pubblica istruzione Francesco Pastore, l’architetto Luigi Sconza (progettista e direttore dei lavori), l’ingegnere dell’Ente Ersilio Staglioli (supporto al Responsabile unico del procedimento) e Don Gerardo Bacco, parroco della Chiesa di Sant’Antonio.

“Sono emozionata e orgogliosa” ha aggiunto la professoressa Angelina Malangone che ha ringraziato e salutato l’Amministrazione, il Direttore dei servizi generali amministrativi Rosa Lembo dell’IC Pontecagnano Sant’Antonio “per l’instancabile lavoro”, i tecnici, l’azienda che ha eseguito l’intervento, gli operai, Don Gerardo Bacco e la rappresentanza dell’Istituto ProfAgri Salerno. Ha, quindi, ripercorso tutte le tappe che “con fatica e sacrificio ci hanno permesso di concretizzare questo straordinario risultato con un’opera che non è solo della scuola ma di tutta la comunità”.

Di “lavoro corale e grande sinergia” ha parlato anche il Primo Cittadino Ernesto Sica per il quale “stiamo definendo in questa come in altre aree un importante polo scolastico che merita ulteriori interventi per il recupero di spazi e migliori collegamenti”. Il Sindaco ha, quindi, confermato impegno e investimenti per le scuole del territorio e la volontà “di un supporto concreto del Comune anche per le problematiche che riguardano il personale Ata”.

Un plauso è giunto dal Dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale Renato Pagliara che, attraverso una delegazione presente, ha rappresentato “felicitazioni per una capacità di spesa dei fondi europei di certo non comune” e “apprezzamento per la proficua unità di intenti e sinergia tra Scuola, Amministrazione e territorio”. “Del resto – ha aggiunto – le competenze della Dirigente Malangone e del Direttore dei servizi amministrativi Rosa Lembo erano già note all’amministrazione scolastica e questo nuovo risultato conferma le loro capacità”.

L’architetto Luigi Sconza, dopo aver ringraziato la scuola e il Comune per il sostegno, ha illustrato le caratteristiche tecniche dell’importante intervento ribadendo “il pieno rispetto della tempistica grazie anche al lavoro prezioso degli operai e dell’impresa”.

“Un intervento importante frutto di una grande collaborazione” è stato il pensiero espresso anche dall’ingegnere Ersilio Staglioli.

“Un’opera per i bambini è sempre segno di speranza e testimonianza di aggregazione e diffusione di valori che ci aiutano a sentirci una Comunità unita dall’intento di favorire la crescita umana e spirituale” ha quindi osservato Don Gerardo Bacco prima della benedizione.

Dopo l’esecuzione di brani natalizi e dell’Inno alla Gioia da parte dell’orchestra degli alunni, spazio al taglio del nastro e ad una visita delle opere e dei nuovi spazi realizzati.

L’intervento rientra nell’ambito del Programma operativo Fesr, Asse II, obiettivo C attraverso il quale il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (Miur) ha inteso promuovere azioni a favore del miglioramento degli edifici scolastici. Il progetto dell’Istituto Comprensivo Pontecagnano Sant’Antonio, ammesso a finanziamento per un importo complessivo di circa 240mila euro, è stato elaborato in piena sinergia con l’Ente. Al centro dei lavori la riqualificazione degli spazi verdi anche per l’accoglienza di attività didattiche all’aperto; l’abbattimento delle barriere architettoniche con l’installazione di un ascensore per la piena accessibilità agli ambienti del primo livello; la creazione di un percorso all’aperto ma coperto che collega la scuola primaria, la scuola media e la palestra; l’incremento della sostenibilità ambientale attraverso l’installazione di impianti tecnologici collegati a fonti di energia alternativa.

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *